L’Arancino Siciliano

Il re della gastronomia siciliana o tavola calda è senz’altro l’arancino nel panorama popolare conosciuto anche come “arancina” nella parte occidentale dell’isola. Questa pietanza è un invenzione della cucina medievale, essa risale infatti sino ai tempi di Federico II di Svevia. L’arancino come dice la parola stessa fa riferimento alla somiglianza con le arance frutto tipico siciliano ma altre teorie fanno risalire questa prelibatezza sino ai tempi dei saraceni. Infatti negli anni della dominazione araba si conoscevano le abitudini di mettere a tavola un ricco vassoio di riso allo zafferano e condito con verdure e carni. Sicuramente il trasporto che questa ricetta a subito sino a giorni di oggi dimostra una contaminazione culturale di forte spessore. Possiamo definire l’arancino appunto il re della gastronomia siciliana per una ragione appunto storica e culturale millenaria che oggi lo trasforma nel prodotto più amato nello street food siciliano e non solo.

Nella cucina siciliana l’arancino non è altro che un timballo di riso ripieno, aromatizzato con zafferano. Gli arancini inoltre hanno varie forme rotondi, ovali o a punta. Sono farciti con ragù di carne piselli e formaggio ma è possibile trovare varianti al pistacchio, burro, funghi, pesce, ecc. Inoltre sono ricoperti da una croccante panatura che una volta fritta danna una croccantezza unica all’arancino.

 

Ingredienti:

  • Riso.
  • Zafferano.
  • Burro.
  • Ragù.
  • Piselli.
  • Formaggio.
  • Pangrattato.
  • Farina.
arancino siciliano tavola calda caffè calì prodotti tipici siciliani

Vuoi effettuare un banchetto o un ricevimento chiamaci al seguente numero o scrivici una mail in basso e ti ricontatteremo al più presto.

095 644134